Benvenuti sul sito di Casa di riposo Villa Santa Maria

casa di riposo napoli - anziano ingestibile

casa di riposo napoli - anziano ingestibile

 

p>Con un anziano ingestibile la vita non è facile. Soprattutto se l'anziano ingestibile è un genitore.

Genitori anziani ingestibili

Normalmente sono proprio i genitori a prendersi cura dei figli, ma quando diventano anziani i ruoli si rovesciano e tocca ai figli prendersi cura di loro. La fragilità dell'età e questa inversione di ruoli sono spesso difficili da accettare e quindi il genitore diventa un anziano ingestibile, rifiuta l'aiuto, può diventare verbalmente aggressivo e non è facile prendersi cura di lui. Ma un anziano ingestibile può essere anche semplicemente ammalato: alcune patologie neurologiche si manifestano con l'aggressività e la rabbia. Quindi bisogna fare attenzione al motivo per cui la persona è diventata un anziano ingestibile.

Anziani ingestibili e malattia

Alcune patologie come l’Alzheimer o diverse forme di demenza compromettono le funzioni cognitive, ovvero hanno impatto sulla memoria, sul linguaggio, sulla capacità di ragionamento e anche su alcune funzioni come orientarsi o svolgere compiti complessi. Purtroppo, spesso causano anche un cambio della personalità, rendendo l'anziano aggressivo, sia verbalmente (con insulti, bestemmie, linguaggio scurrile), sia fisicamente (grida, pianti, lanci di oggetti, morsi o graffi). Questi comportamenti possono essere affrontati da personale specializzato nelle case di riposo per anziani napoli o case di cura per anziani napoli.

Anche il cambiamento dovuto al ricovero in una casa di riposo per anziani napoli o casa di cura per anziani napoli può essere il motivo scatenante dell'aggressività, ma in questo caso, con le dovute cure del personale della casa di riposo a napoli un anziano ingestibile diventa un ospite felice.

Anziano ingestibile in casa per anziani napoli

Nelle case di riposo napoli non è raro imbattersi in situazioni conflittuali, dovute principalmente al periodo di adatamento dell'anziano ingestibile.

L'aggressività è una reazione emotiva dovuta alla frustrazione o al senso di impotenza che gli anziani possono sperimentare quando perdono parte della loro autonomia a causa degli acciacchi dell'età. Nel caso dell'anziano inegstibile a causa di malattia, l’aggressività, le parolacce e le bestemmie sono scatenate anche da eventi che sembrano innocui, perché l'anziano ha difficoltà ad affrontare la sua quotidianità, che percepisce come conflittuale o minacciosa e gli causa frustrazione e ansia.

Anziano ingestibile in casa di cura napoli – Come reagire

Le case di cura napoli hanno dei protocolli per disinnescare i comportamenti aggressivi o rabbiosi dell'anziano ingestibile e personale qualificato per farlo. Non è facile avere a che fare con un anziano ingestibile, ma col giusto atteggiamento si può mitigare le conseguenze della sua frustrazione.

Non è utile sgridare l’anziano ingestibile, perché il suo comportamento è una difesa dallo stress e dalla frustrazione, quindi la cosa migliore è cercare di comprenderlo e di individuare la causa del suo disagio o della sua paura.

Nemmeno contraddire un anziano ingestibile è utile, perché la sua soglia di tolleranza verso la frustrazione è molto bassa. Quindi contraddirlo o, peggio, manifestare un atteggiamento oppositivo o minaccioso può solo peggiorare le sue manifestazioni di aggressività. La cosa migliore è evitare le situazioni di stress e gli stimoli o le sollecitazioni che possono farlo reagire. Assolutamente vietata la coercizione fisica, le minacce o gli atteggiamenti che mirano ad incutergli paura. Un anziano ingestibile è frustrato e spaventato, bisogna accoglierlo, non acuire in alcun modo il suo disagio.

Se l'attività che sta facendo lo irrita, allora gli si può proporre un momento di relax, come una pausa per fargli ascoltare la sua musica preferita, e rimandare quell'attività ad un momento migliore oppure, se si può, annullarla e basta.

Se un anziano resta ingestibile anche mantenendo il giusto atteggiamento e attuando comportamenti che mirano a calmarlo, può essere utile consultare il proprio medico di famiglia o, meglio ancora uno specialista come uno psicologo. Questi potrà indicare la migliore terapia farmacologica o non farmacologica per mitigare gli atteggiamenti agressivi.
Contattaci per ulteriori informazioni

I nostri recapiti

Via Paolo E. Imbriani, 1 - 80010 Quarto - Napoli
(+39) 081-192.47.895
(+39) 081-196.51.477
(+39) 334-887.41.11
info@casadiripososantamaria.it
Lun - Dom: 10.30 - 12:00 / 14.00 - 17:00

P.IVA : 08140101216

Menu